Infografica2

Paideia 4.0: imparare metodi didattici efficaci insegnando l’Educazione Civica

 preiscrizioni da questo link: https://www.poiein-lab.eu/paideia/

Da quest’anno scolastico l’Educazione Civica è tornata ad essere un insegnamento strutturato in ogni scuola di ordine e grado. È una materia importante: mira a trasmettere competenze civiche e di cittadinanza attiva cruciali per la maturazione di personalità critiche, informate, autoconsapevoli e socialmente responsabili. È una disciplina molto diversa da quella tradizionalmente intesa: il mondo cambia e si complessifica ad una velocità inimmaginabile, con enormi potenzialità e grandi rischi dovuti anche al crescente impiego delle tecnologie digitali.

L’Istituto Tecnico del Settore Economico “Aldo Capitini” di Agliana organizza – in collaborazione con PoieinLab – un corso di formazione e aggiornamento per (futuri) insegnanti dal titolo Paideia 4.0, tenuto da ricercatori accademici e da professionisti nei campi della Sociologia, della Psicologia, dell’Antropologia, dell’Economia, del Diritto, delle Scienze della Comunicazione e dell’Informatica.

Tre i moduli – autonomi ma integrati – di 20 ore l’uno (6 in video-presenza con i formatori, 14 in e-learning individuale/di gruppo sotto il loro tutoraggio dei primi, con l’applicazione di tecniche di Didattica Digitale Integrata), in modalità web (piattaforma Google Suite Pro, messa a disposizione da PoieinLab) e pensati in con le linee guida ministeriali in materia:

  1. Saranno approfonditi gli aspetti giuridici, culturali ed istituzionali della Carta costituzionale italiana, nel quadro dell’attuale assetto, in forte trasformazione, degli organismi e delle politiche dell’Unione Europea. Saranno in particolare affrontati i nuclei fondativi della nostra carta costituzionale, evidenziando correlazioni fra la parte dei principi fondamentali ed i principali diritti inviolabili e doveri inderogabili sanciti costituzionalmente. Saranno messi a fuoco i conflitti fra diritti soggettivi quali ottimi spunti di confronto fra studenti che, dibattendo in maniera guidata e informata, possono imparare i temi della cittadinanza attiva in un approccio laboratoriale attivante e di grande valore etico. Sarà mostrato come tutto ciò è possibile anche nella DAD utilizzando gli strumenti digitali a disposizione di tutte le scuole. Un focus sarà anche dedicato alla dimensione cognitiva delle emozioni ed all’influenza ambivalente da esse svolto nella sfera pubblica. A partire da alcuni esempi, ci si soffermerà sulle potenzialità e sui rischi che le emozioni – intese come componenti fondativi delle capacità di valutazione e di giudizio di ogni persona – svolgono nell’orientare/indebolire il senso di appartenenza alla comunità ed alla cittadinanza democratica. Paura, rabbia, vulnerabilità, c’entrano, con la democrazia e con l’assetto costituzionale?
  2. Economia, società e sviluppo territoriale ecologicamente e socio-culturalmente sostenibile; impresa e generazione di valore sociale: profitto, cooperazione, lavoro al servizio delle persone e delle loro comunità; vecchie e nuove disuguaglianze: fragilità, disaffiliazione e lotta alle povertà al tempo della pandemia. Un focus sarà dedicato al rapporto fra modi di produzione e consumo ed equilibri ecosistemici e un secondo a quello fra crescita economica e qualità del lavoro;
  3. Per un’ecologia della comunicazione informatica: logiche dei media digitali; processi e meccanismi dell’incontro, della discussione e dell’argomentazione sui social network; fake news, fact checking e partecipazione informata. Un focus sarà dedicato al peso delle emozioni nella comunicazione all’interno dello spazio virtuale (cyber community, chiusure di gruppo, radicalizzazione e hate speech) e secondo agli strumenti di contrasto di nuove forme di violenza come il cyberbullismo, il revenge porn, il cyber flashing.

Il Corso è inserito su piattaforma ministeriale Sofia. Costi di iscrizione (anche con Carta del Docente), modalità di preiscrizione e calendari nell’infografica allegata.

 

Share this:

Related Posts