IMG-20181129-WA0002

Evento nazionale: Costituzione a colazione

Una bella tazza di tè, tante bustine colorate…una per ogni articolo della Legge delle Leggi, la nostra Costituzione: questo il logo che rappresenta assieme a tanti altri la VI edizione di “Costituzione a colazione”, evento live organizzato dall’Associazione Sulleregole, presentato da Pif con, come ospite d’onore e grande divulgatore, Gherardo Colombo. Anche quest’anno Unisona Live Cinema consente, utilizzando tanti cinema sparsi in tutta Italia, a centinaia di scuole e migliaia di ragazzi e di ragazze di poter partecipare alla diretta live da Milano di una mattinata tutta dedicata alla nostra Costituzione, nel 70 anniversario della sua entrata in vigore.

Ben 7 classi dell’ITSE Aldo Capitini di Agliana, unica scuola presente in tutta la provincia di Pistoia, affittano il Cinema Lux: 146 alunni e alunne accompagnati da 17 docenti di varie materie per un approccio interdisciplinare ad un argomento così centrale ma a volte trattato con superficialità da una scuola italiana poco attenta nel fornire le basi corrette di un sano e democratico vivere insieme.

 

Dignità è la parola centrale attorno a cui ruota tutto l’intervento dell’ex magistrato: dignità per tutti gli esseri umani, senza distinzione alcuna, né di sesso, di razza, di religione…articoli su articoli della nostra Costituzione ribadiscono, difendono e tutelano questo principio assoluto di rispetto degli altri e delle differenze che, unico, consente ad una democrazia di rimanere tale. L’alternativa, altrimenti, ci viene subito mostrata con immagini che raccontano che cosa fosse il mondo appena qualche anno prima della nascita dell’Italia repubblicana e democratica che oggi conosciamo: il rogo dei libri dei nazisti nella Opernplatz a Berlino nel 1933, le terribili immagini della Shoah, i bombardamenti delle città durante la II guerra mondiale, Hiroshima…Colombo ricorda come passino solo otto anni tra le Leggi razziali del 1938 e l’inizio della discussione sulla Carta Costituzionale del 1946, e come quindi quegli orrori fossero ben presenti nelle menti e nei corpi dei Deputati dell’Assemblea Costituente. Mai come oggi questa riflessione sembra attuale e quasi sovversiva; mai come oggi tocca interrogarsi su quali siano i limiti della democrazia e su quanto le nuove generazioni debbano vaccinarsi contro malattie nemiche del nostro poter vivere insieme come comunità collaborativa, senza ricadere negli errori del passato.
Unica nota dolente di questa mattinata ricca di spunti e riflessioni, gli studenti presenti in studio a Milano: purtroppo apatici e assenti, ci lanciano un segnale forte di disinteresse e vacuità che dobbiamo cogliere e con forza gestire e risolvere. I giovani sono il nostro futuro, e non possiamo permetterci di ignorarne l’impreparazione e la scarsa curiosità e non rispondere al loro grido silenzioso. Colombo ci esorta infatti citando un grande costituente come Pietro Calamandrei: “La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove: perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile; bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità.

Share this:

Related Posts